20 ott 2013

I Riassunti de "I Giardini della Luna" - CAPITOLO 3





Benvenuti nei riassunti dei libri Malazan!
In questa serie di articoli cercherò di sintetizzare i capitoli dei romanzi, fornendo un resoconto dettagliato di tutte le informazioni che un nuovo lettore dovrebbe ricordarsi, così da riuscire ad apprezzare al meglio i libri successivi.
Sono vietati, nei commenti, gli spoiler sui capitoli e sui libri consecutivi rispetto al riassunto che commentate. Se volete parlare liberamente potete passare sul forum, in cui potrete discutere di tutti i libri della serie Malazan, compresi quelli non ancora tradotti.

Il seguente riassunto è dedicato al CAPITOLO 3 de I GIARDINI DELLA LUNA e contiene SPOILER su tutti i libri e capitoli precedenti.

 
La prima morte eccellente

Ganoes Paran è imbarcato su una nave diretta a Genabaris, il principale porto Malazan sul continente di Genabackis.
Topper [il comandante dell'Artiglio] appare direttamente nella sua cabina, usando il Canale Imperiale, per informarlo delle novità riguardanti la sua missione. Gli dice che LEI è con gli Arsori di Ponti, sotto il comando del sergente Whiskeyjack. Paran è preso in contropiede perchè ricorda il sergente durante il loro incontro avvenuto nel prologo ed elenca alcune sue campagne militari vincenti. Paran deve diventare il capitano degli Arsori, è questa la missione affidatagli. La “LEI” è una recluta posseduta da un dio con lo scopo di corrompere gli Arsori e il Pugno Dujek per farli ribellare contro l'Impero Malazan: Paran, come agente dell'Impero, deve impedire che ciò accada. Dujek è molto influente e una sua diserzione segnerebbe la fine della campagna militare Malazan su Genabackis. La recluta deve morire, Dujek va fermato e Darujhistan conquistata: questo vuole l'Imperatrice Laseen.

Paran arriva a Genabaris e incontra un agente dell'Artiglio. Paran è scocciato perchè deve recarsi a Pale per unirsi agli Arsori, invece è stato scaricato all'altro capo del continente. L'agente gli dice di non preoccuparsi delle distanze perchè viaggerà su un Quorl. I Quorl sono le cavalcature volanti dei Moranth, simili a cavallette giganti in grado di trasportare 2 persone per grandi distanze.

Nella città di Pale Tattersail si imbatte nel Grande Mago Bellurdan, sconvolto per la morte della sua compagna Nightchill durante l'assedio, tanto da conservarne i resti per tenerla vicino a sé. Scopriamo che Bellurdan è un Thelomen, quindi un gigante non del tutto umano. Tattersail usando notevole tatto gli spiattella in faccia la cruda realtà: Tayschrenn ha ucciso la sua amata. Bellurdan ne è sconvolto, ma non ci crede, perchè Tayschrenn l'ha sempre trattato bene e protetto, fin dai tempi dell'Imperatore [definito pazzo ma dotato di grande carisma]. Alla fine il mago decide di andare a seppellire i resti di Nightchill nella Pianura Rhivi, così che non diano più fastidio agli altri soldati con la loro puzza.

Whiskeyjack, Kalam e Ben lo Svelto discutono i piani per il futuro.
I contatti di Kalam gli hanno assicurato che qualcuno ai piani alti dell'Impero vuole morti tutti gli Arsori e l'arrivo del nuovo capitano non promette bene. Restano solamente 79 Arsori in vita. La recluta Dispiacere continua a fargli paura con la sua crudeltà, freddezza e abilità con i pugnali. Per gli Arsori è evidente che esiste una cospirazione, forse ordita da Laseen stessa, intenzionata a liberarsi della Vecchia Guardia ancora fedele all'Imperatore. Il loro asso nella manica è Hairlock. Gli Arsori vanno ad incontrare il nuovo capitano.

Tattersail osserva la città di Pale insieme a Tayschrenn. Tay le ordina una lettura del Mazzo dei Draghi per capire meglio cosa stia succedendo.
Viene estratta la carta della Vergine, Alta Casa della Morte, e nello stesso momento sotto di loro passa a cavallo la recluta degli Arsori: Tattersail la collega alla carta della Vergine.
Esce la carta del Sicario [la Fune], Alta Casa dell'Ombra: sente l'ululato dei Segugi.
Esce la carta di Oponn e la moneta continua a girare.
L'ultima carta estratta è la Corona, rappresentante Darujhistan.
Riepilogando: la Vergine della Morte, Cotillion e Oponn sono tutti della partita, mentre Tronod'Ombra sembra non essere interessato.
Tattersail conclude l'incontro con Tayschrenn e manda a chiamare Whiskeyjack.

Paran raggiunge in volo sui Quorl la città di Pale e viene in contatto con Toc il Giovane, l'ultimo agente dell'Artiglio rimasto in vita nella città. Toc ha perso un occhio durante la battaglia di Pale e avverte Paran di fare attenzione a Whiskeyjack: ai tempi di Dassem Ultor comandava una propria compagnia e con la caduta della Prima Spada a causa di Hood ha perso tutto, ma non la fiducia di molti soldati del Secondo Esercito. Conclude sostenendo che esiste una seria possiblità di ribellione da parte di Dujiek e di tutti gli eserciti Malazan su Genabackis. Paran entra a Pale.

Paran raggiunge il dormitorio degli Arsori e fa la conoscenza di Picker. La donna gli consiglia di tornare di corsa ad Unta, la capitale dell'Impero. Entra il sergente Antsy e se la prende con Picker per la fortuna di Hedge nel gioco d'azzardo. Anche lui guarda Paran come se fosse già un fantasma, ma lo prende in simpatia e teme per la sua vita.

Paran entra nella Taverna di Knobb per parlare al resto degli Arsori, Trotts [un Barghast ricoperto da amuleti], Hedge [uno zappatore/guastatore] e Mallet [il guaritore], i restanti giocatori al tavolo sono soldati normali.
Paran fa una buona impressione agli Arsori, ma rimpiange l'addestramento sommario ricevuto per essere un nobile. Adesso che il gioco si stava facendo serio avrebbe avuto bisogno di tutte le sue capacità per restare in vita.

Paran esce dalla Taverna e in un vicolo viene aggredito da una figura “avvolta nell'ombra”. L'assalitore lo accoltella e prima di perdere conoscenza il nuovo capitano sente una moneta ruotare producendo un tintinnio.
Al di sopra del suo corpo si riuniscono 2 persone: un Dal Honese e un Kanese, entrambi nativi del continente di Quon Tali. Dialogano fra di loro e scopriamo che sono Tronod'Ombra e Cotillion [nelle vesti di una giovane ragazza]. Ammanas è arrivato a Pale seguendo un intruso entrato nel Canale dell'Ombra e Cotillion gli ricorda il loro obbiettivo primario: distruggere Laseen e l'Impero Malazan. L'omicidio dell'aiutante dell'Aggiunto Lorn dovrebbe sconvolgerle entrambe. 


 

Nessun commento:

Posta un commento