30 nov 2013

I Riassunti de "I Giardini della Luna" - CAPITOLO 8


Benvenuti nei riassunti dei libri Malazan!
In questa serie di articoli cercherò di sintetizzare i capitoli dei romanzi, fornendo un resoconto dettagliato di tutte le informazioni che un nuovo lettore dovrebbe ricordarsi, così da riuscire ad apprezzare al meglio i libri successivi.
Sono vietati, nei commenti, gli spoiler sui capitoli e sui libri consecutivi rispetto al riassunto che commentate. Se volete parlare liberamente potete passare sul forum, in cui potrete discutere di tutti i libri della serie Malazan, compresi quelli non ancora tradotti.

Il seguente riassunto è dedicato al CAPITOLO 8 de I GIARDINI DELLA LUNA e contiene SPOILER su tutti i libri e capitoli precedenti.
 

Problemi logistici per gli Arsori

I Moranth hanno trasportato gli Arsori di Ponti sul lago Azzurro. I Moranth Verdi hanno inoltre consegnato due casse zeppe delle loro munizioni: Fiddler e Hedge sono due zappatori felici.
Un Moranth Nero si rivolge a Whiskeyjack dicendogli che il soldato Moranth con un braccio solo, suo vecchio compagno di armi, vive ancora. Continua spiegando il motivo dietro all'eccidio di Pale: 18739 persone sono state uccise, l'esatto numero di Moranth ammazzati dagli abitanti di Pale nella loro interminabile guerra contro i Moranth. Alla fine i Moranth si sono vendicati “ spirito per spirito”.
Il Moranth Nero offre la stessa soluzione per “mettere a posto l'Impero Malazan, prima che sia troppo tardi”. Dimostra infine di conoscere e rispettare Whiskeyjack e offre il supporto dei Moranth Neri per munizioni e trasporti. WJ gli chiede di sorvolare il lago Azzurro di lì a 2 settimane.
WJ rigetta il piano di Laseen per catturare Darujhistan perché troppo rischioso e ne elabora uno nuovo. Il primo passo è quello di entrare nella città con un peschereccio e di dividersi in 2 squadre una volta entrati.
Dispiacere si offre di pescare qualcosa per rafforzare la loro copertura.

Ben lo Svelto è in disparte dal resto del gruppo per rintracciare Hairlock e scoprire cosa ha da riferire. Hairlock è entrato in profondità nel Canale del Caos, fino alla Cornice degli Andii, “a metà strada, ai piedi del Canale, dove il potere trova la sua prima forma, dove tutto è possibile”.
Ben lo deride, ma Hairlock afferma che imparerà a controllare quella “creazione”. Hairlock rivela a Ben che il Segugio Gear ha trovato lui, Paran e Tattersail e che il capitano Paran lo ha ferito con una spada incanalante il potere di un Ascendente.
Hairlock spera che muoiano tutti, perché nella sua pazzia odia tutti. La pazzia inizia a farlo delirare e rivela a Ben della moneta di Oponn. Ben lo scaraventa giù per la scogliera per fargli dimenticare la conversazione, ma sa che il suo controllo sulla marionetta durerà ancora per poco.
Ben lo Svelto è terrorizzato dal Segugio Gear. Ben lo Svelto sorride.

Gli Arsori di Ponti sono pronti a salpare alla volta di Darujhistan, ma sorgono alcuni problemi logistici, come il caricare sul peschereccio tutto il loro equipaggiamento prima di spingere la barca in acqua. Trotts il Barghast cerca invano, da solo, di spingerla in acqua. Il resto della squadra ammira la sua determinazione e poltrisce beatamente.
Ben ritorna dal suo incontro con Hairlock e propone qualcosa a WJ e Kalam: entrambi ritornano scossi dalla conversazione con il mago.
WJ cerca di organizzare la squadra e ordina a Trotts di sedersi comodamente sul ponte, mentre tutti gli altri soldati faticano per spingere la barca in acqua. Trotts adesso deride i commilitoni, le loro sorti si sono capovolte. Anche Kalam e Ben lo Svelto, dopo aver ricevuto un'occhiataccia da WJ, sono chiamati al duro lavoro manuale. 


 

Nessun commento:

Posta un commento