10 nov 2013

Lettera aperta all'Armenia




Questa settimana abbandono temporaneamente il riassunto dei “Giardini” per trattare una questione esplosa negli ultimi giorni: dov'è la seconda parte dei “Segugi dell'Ombra?”

 
Cara Casa Editrice Armenia,
mi sarebbe piaciuto scrivere un articolo sul blog in cui poter esaltare il finale di “Toll the Hounds”. Mi sarebbe piaciuto poter discutere di questo magnifico libro con tutti gli appassionati italiani che da anni aspettano il finale della serie Malazan di Erikson. Mi sarebbe piaciuto potervi lodare per aver fatto uscire la seconda parte dei Segugi entro l'anno 2013, come detto in passato.
La realtà, purtroppo, è ben diversa: si sono perse le tracce della seconda parte dei “Segugi dell'Ombra”. Come rappresentante dell'unico sito italiano dedicato a Malazan, per quanto piccolo e semi-sconosciuto sia, ho il dovere di portare alla vostra attenzione  (se già non lo sapeste), il malessere della comunità italiana amante dei libri Malazan dovuta alla mancanza di risposte sulla data di uscita dell'attesissimo ottavo romanzo del Libro dei Caduti.
Sulla pagina Facebook non rispondete, alle mail non rispondete, nessuna informazione è arrivata alle librerie e c'è chi addirittura parla di una vostra chiusura.

Ritengo che il lettore medio di Malazan sia da considerarsi “maturo”. Non in termini di età, ma in termini di capacità di comprensione. Il lettore medio non sarebbe mai arrivato a leggersi l'ottavo libro di una serie così complicata e a volte frustrante e men che meno attendere anni e spendere più del doppio dei colleghi inglesi per leggersi le vostre traduzioni. So anche che non siamo molti e il periodo è di crisi per tutti. Il lettore Malazan, sono sicuro, capisce tutte queste difficoltà e ha imparato cosa significhi avere pazienza.
Quello che invece io e sospetto molti altri, non sopportano, è la mancanza di comunicazioni. Basta poco per scrivere su Facebook o sul vostro sito: “Ci dispiace, a causa di problemi economici dobbiamo rinviare l'uscita del libro a data da determinarsi”.
Semplice, chiaro e veloce. La notizia avrebbe sconvolto i fan della serie, ma in virtù della nostra maturità il dramma sarebbe finito a breve soppiantato dalle preghiere e forse da altri generi di aiuto più pratici nei confronti della vostra casa editrice.
Invece niente, silenzio. Il libro è in ritardo di almeno un mese e ancora non si sa nulla se e quando uscirà. Ribadisco, tutti noi capiamo le difficoltà e sappiamo che siete una CE coraggiosa per aver proposto al pubblico italiano i libri Malazan, ma ci piacerebbe conoscere le novità riguardanti:

1) l'uscita della seconda parte dei “Segugi dell'Ombra”.
2) se è prevista l'uscita del nono romanzo della serie “Dust of Dreams” e se verrà nuovamente diviso in due parti.
3) il piano futuro riguardante i libri Malazan. Si era parlato di una pubblicazione della serie in versione economica brossurata, ma in relazione ai libri di Esslemont e agli altri di Erikson, cosa pensate di fare?

Ringraziando per la vostra attenzione e sperando in notizie positive, io e la comunità italiana di Malazan vi auguriamo una pronta ripartenza.



9 commenti:

  1. condivido da cima a fondo...

    RispondiElimina
  2. Idem, ovviamente ...

    RispondiElimina
  3. Speriamo prendano una decisione, sebbene conosca abbastanza l'inglese, non me la sentirei di leggere quest'opera in lingua originale.. ma se continua a protrarsi questo ritardo..

    RispondiElimina
  4. alla mia richiesta di informazioni riguardo all'uscita del volume inviata venerdi 8/11 hanno risposto oggi, riporto la mail:


    Gentile Cliente,
    Purtroppo abbiamo dei problemi con i contratti. A causa della crisi dell'editoria, siamo costretti a rallentare la pubblicazione di alcuni volumi.

    Ci spiace per il contrattempo e le garantiamo che faremo il possibile per concludere l'opera.

    Cordiali saluti.

    GEA

    RispondiElimina
  5. In pratica non dicono nulla che già non sapevano... Adesso non resta che sperare in bene.

    RispondiElimina
  6. già sul sito dell'armenia non si vedono novità' anche per altri libri per il prossimo mese mi sa che erikson sara rimandato a tempi migliori :(

    RispondiElimina
  7. Sembra ormai ufficiale, la casa editrice Armenia ha chiuso i battenti ( sembra sia stata messa in liquidazione verso la fine di gennaio) le notizie sul web sono poche e frammentarie ma mi sa che non ci saranno possibilità di leggere gli ultimi libri tradotti in italiano....

    RispondiElimina
  8. l'armenia ha chiuso anche se loro non si sono degnati di diramare nessun comunicato

    RispondiElimina