29 dic 2013

I Riassunti de "I Giardini della Luna" - CAPITOLO 10 (Prima Parte)




Benvenuti nei riassunti dei libri Malazan!
In questa serie di articoli cercherò di sintetizzare i capitoli dei romanzi, fornendo un resoconto dettagliato di tutte le informazioni che un nuovo lettore dovrebbe ricordarsi, così da riuscire ad apprezzare al meglio i libri successivi.
Sono vietati, nei commenti, gli spoiler sui capitoli e sui libri consecutivi rispetto al riassunto che commentate. Se volete parlare liberamente potete passare sul forum, in cui potrete discutere di tutti i libri della serie Malazan, compresi quelli non ancora tradotti.

Il seguente riassunto è dedicato al CAPITOLO 10 de I GIARDINI DELLA LUNA e contiene SPOILER su tutti i libri e capitoli precedenti.



Fuoco
 
Ganoes Paran invita Toc il Giovane ad un incontro segreto in una taverna di Pale. I due sono andati d'accordo fin dal primo momento in cui si sono conosciuti. Paran vuole sapere i piani dell'Aggiunto e Toc quelli di Tattersail.
Lorn viaggia in compagnia di un T'lan Imass e la recluta Dispiacere è solo uno dei loro obbiettivi. Un altro potrebbe essere l'eliminazione degli Arsori di Ponti. Paran vuole seguire Tattersail nella pianura Rhivi e Toc si offre di accompagnarlo usando destrieri Wickan. Il loro obbiettivo è quello di salvare gli Arsori e di conseguenza l'intero Impero Malazan dalla guerra civile che ne deriverebbe.

Tattersail sta viaggiando nel Canale di Thyr pwe raggiungere Darujhistan. Ad un certo punto entra nella sfera d'azione del Canale Tellann del T'lan Imass che accompagna Lorn e Tattersail è costretta ad abbandonare il suo Canale.
Ad attenderla nel mondo reale c'è il Grande Mago Bellurdan, sopravvissuto all'assedio di Pale. Il gigantesco Thelomen sta cercando un posto dove seppellire i resti dell'amata Nightchill, ma adesso è costretto a seguire gli ordini di Tayschrenn che rivuole Tattersail di nuovo a Pale. La donna cerca di farlo ragionare, ma Bellurdan non demorde.
Tattersail raggira il gigante facendogli spiegare quale missione ha eseguito a Genabaris, un po' di tempo prima, sempre per conto di Tayschrenn. Bellurdan cercava frammenti della “Follia di Gothos”, un antico testo Jaghut trattante le razze antiche. Bellurdan è uno dei pochi a capire questi testi, perché come Thelomen ha sangue Jaghut nelle vene. Tay in particolare, voleva sapere il luogo in cui millenni prima era stato imprigionato un Tiranno Jaghut dallo sforzo congiunto tra gli stessi Jaghut e i T'lan Imass. Il Tiranno è stato sepolto vicino alla città di Darujhistan. Tattersail intuisce che il piano dell'Aggiunto è quello di liberarlo. Bellurdan testardamente non demorde e la maga è costretta ad attaccarlo. Le sue forze sono compromesse a causa della vicinanza del Canale anti-magico Tellann del T'lan Imass insieme a Lorn, quindi decide di giocarsi una carta estrema: fare la fine di Hairlock, tentando di usare l'incantesimo di conservazione applicato ai resti di Nightchill tempo prima a Pale, per sopravvivere in qualche modo allo scontro.

L'Aggiunto Lorn e Tool il T'lan Imass guardano i risultati dello scontro tra Tattersail e Bellurdan. Nel cielo si staglia una gigantesca colonna magica di fuoco bianco che continua ad ardere. Tool ne è stupito, perché il fuoco è nel raggio d'azione del suo Canale e per sovrastarlo in quel modo deve essere molto potente. La colonna è alimentata dall'energia di molti Canali diversi: Tellan, Thyr, Denul, D'riss, Tennes, Thelomen Toblakai e Starvald Demelain.
Lorn non ha mai sentito il nome dell'ultimo Canale pronunciato da Tool e il T'lan Imass glielo spiega: Starvald Demelain è il PRIMO Canale, quello da cui sono nati tutti gli altri. L'unico che può sostenere una simile potenza è senza adoratori da secoli, per cui Tool non sa chi sia stato coinvolto nella battaglia.
La colonna di fuoco alla fine si spegne e con lei chi l'ha creata, ma dalle sue ceneri nasce qualcosa di nuovo.



Nessun commento:

Posta un commento