05 feb 2014

Le Introduzioni a "I Giardini della Luna" - CAPITOLO 15

All'inizio di ogni capitolo dei libri Malazan si può trovare una poesia, un proverbio, un detto popolare, riproduzioni di altri testi, canzoni, poemi epici e scorci sul passato.
Ho deciso di riportare le “introduzioni” anche qui sul blog, perchè le ritengo importanti sia per il nuovo lettore, sia per i veterani. Al loro interno farete alcuni piacevoli scoperte sul mondo Malazan e sono sicuro che riuscirete ad apprezzarle anche se le poesie non sono il vostro forte.
Sotto alla versione tradotta in italiano è presente la versione originale in inglese della stessa introduzione.
In questo articolo copriremo l'introduzione al CAPITOLO 15 de “I GIARDINI DELLA LUNA.
Possibili SPOILER per chi non ha letto il capitolo corrispondente.




I GIARDINI DELLA LUNA – CAPITOLO 15


 
Insanguinate sono le staffe quando i Jaghut
cavalcano le loro anime, un attacco tonante
che non conosce fine,
nodi resistenti
colpiscono ferocemente il fluire del ghiaccio
una certa promessa...
combattono il crepuscolo gli Jaghut
in un campo di pietre spezzate...

Jaghut
Fisher (n. ?)






'Tis bloody stirrups when the Jaghut
ride their souls, a thund'rous charge
without surcease,
the hard knots within thud
drumming fierce the flow of ice
a certain promise...
'tis the Jaghut warring the dusk
on a field of broken stones...

Jaghut
Fisher (b. ?)



Nessun commento:

Posta un commento