26 feb 2014

Le Introduzioni a "I Giardini della Luna" - CAPITOLO 18


All'inizio di ogni capitolo dei libri Malazan si può trovare una poesia, un proverbio, un detto popolare, riproduzioni di altri testi, canzoni, poemi epici e scorci sul passato.
Ho deciso di riportare le “introduzioni” anche qui sul blog, perchè le ritengo importanti sia per il nuovo lettore, sia per i veterani. Al loro interno farete alcuni piacevoli scoperte sul mondo Malazan e sono sicuro che riuscirete ad apprezzarle anche se le poesie non sono il vostro forte.
Sotto alla versione tradotta in italiano è presente la versione originale in inglese della stessa introduzione.
In questo articolo copriremo l'introduzione al CAPITOLO 18 de “I GIARDINI DELLA LUNA.
Possibili SPOILER per chi non ha letto il capitolo corrispondente.




I GIARDINI DELLA LUNA – CAPITOLO 18



Questa città azzurra
cela sotto il suo manto
una mano nascosta
che racchiude una spada avvelenata
dal Paralto a otto zampe –
il suo morso porta la morte
nel momento di dolore
che accompagna l'ultimo respiro –
così questa mano sfida
la ragnatela della magia
e fa fremere il filo sottile
della minaccia letale di un ragno.
Questa mano sotto
il mantello azzurro della città
vuole ristabilire il delicato
equilibrio del Potere.

La Cospirazione
Gallan il Guercio (n.1078)







This blue city
hides under its cloak
a hidden hand
that holds like stone
a blade envenomed
by the eight limbed Paralt –
the sting bring death
in the span of grief
that marks a final breath –
so this hand defies
sorcery's web
and trembles the gossamer strand
of a spider's deadly threat.
This hand beneath
the blue's city cloak
drives home Power's
gentle balance.

The Conspiracy
Blind Gallan (b.1078)



Nessun commento:

Posta un commento