10 gen 2015

Rachel Aaron - Nice Dragons Finish Last [Voto 7/10]



As the smallest dragon in the Heartstriker clan, Julius survives by a simple code: keep quiet, don’t cause trouble, and stay out of the way of bigger dragons. But this meek behavior doesn't fly in a family of ambitious magical predators, and his mother, Bethesda the Heartstriker, has finally reached the end of her patience.

Now, sealed in human form and banished to the DFZ--a vertical metropolis built on the ruins of Old Detroit--Julius has one month to prove that he can be a ruthless dragon or kiss his true shape goodbye forever. But in a city of modern mages and vengeful spirits where dragons are considered monsters to be exterminated, he’s going to need some serious help to survive this test.

He only hopes humans are more trustworthy than dragons...



COMMENTO 
 
Rachel Aaron non è un nome nuovo nel panorama fantasy inglese, ma di certo la sua saga finita dal titolo The Legend of Eli Monpress non è molto diffusa e apprezzata. La Aaron ritorna nel fantasy con la saga Heartstrikers, mescolando elementi urban fantasy, fantascientifici e mitologici. Un mix complesso e parzialmente riuscito.
Nice Dragons Finish Last [NDFL] è il primo libro di quella che dovrebbe essere una trilogia.
Questo ciclo è stato autopubblicato dall'autrice, un'ulteriore conferma (se ce ne fosse ancora bisogno) della continua evoluzione dell'editoria anglosassone e americana. La qualità è al livello dei libri pubblicati passando per gli editori, ma in compenso il prezzo è decisamente inferiore. Servono solo 4.50€ per entrare in possesso della copia digitale. Al momento non esiste una versione cartacea.




World-building
In un vicino futuro, una cometa cade sulla Terra e risveglia la magia dal letargo secolare in cui versava. Abbiamo in libertà ogni genere di creatura magica, a partire dai draghi, per arrivare alla magia praticata da esseri umani come lo Sciamanesimo e prodotti magici confezionati in fabbriche come se fossero normali oggetti.
E' la parte più riuscita della storia e promette di riservare notevoli sorprese nei prossimi libri. NDFL si svolge nella Detroit Free Zone, una delle più grandi metropoli del mondo nata dalla distruzione della vecchia Detroit dal risveglio di Algonquin, lo spirito dei laghi che non ha gradito lo stato di inquinamento in cui versavano i suoi domini. La DFZ è anche l'unico luogo al mondo in cui è vietato l'accesso ai draghi, quindi il protagonista viene inviato proprio lì.
Voto 9/10

Trama
Di per sé la trama non fa gridare al miracolo, anzi, è piuttosto basilare e già vista decine di volte. Però, grazie al fantastico world-building, è un piacere continuare nella lettura per scoprire nuove informazioni sul mondo inventato dalla Aaron.
Il ritmo è sostenuto e non manca qualche sorpresa, ma la Aaron poteva osare di più, vista l'originalità dell'ambientazione.
Voto 6/10

Personaggi
Da un lato abbiamo personaggi realizzati egregiamente, con personalità distinte e con punte di eccellenza quando si tratta di Draghi. Dall'altro lato abbiamo invece personaggi troppo potenti che non sono mai veramente in situazioni mortali come vorrebbe la trama. Tutta la tribù degli Heartstriker (il clan di Draghi ai cui appartiene il protagonista) è caratterizzato magistralmente così come i suoi numerosi nemici.
Il protagonista e la sua futura ragazza danno spazio ad alcuni siparietti che ricordano Twilight, con mio sommo orrore, ma si tratta di brevi scene isolate che non incidono troppo sulla storia. Almeno per adesso.
Voto 7/10

Scrittura
La Aaron scrive bene, decisamente sopra la media degli scrittori fantasy. Predilige situazioni comiche o comunque con atmosfere da “commedia”. Quando però le cose si fanno serie, non riesce a comunicare il senso di pericolo e di pathos. In special modo nel finale non riesce a convenire l'epicità della situazione e i potenziali pericoli. Anche le scene drammatiche non mi hanno colpito particolarmente. Il problema della Aaron è che non riesce a coniugare, in un unico testo, le parti divertenti con quelle serie. Avendo letto Erikson ho esigenze molto alte per questo tipo di scrittura. Erikson riesce a piazzare una scena divertente e nella successiva farvi piangere per una singola frase scritta. Siamo su un altro livello rispetto alla Aaron.
Voto 7/10

IN CONCLUSIONE
Il giudizio su NDFL è positivo, con punte di eccellenza nel mondo creato per contenere la vicenda. La scrittura è rapida e divertente, la trama banale, ma alla fine quanti libri si possono considerare originali da questo punto di vista?
Non esiste (ancora) una versione cartacea del romanzo e quella digitale costa poco. Per adesso è disponibile solo in lingua inglese e dubito che verrà mai tradotta. Ed è un peccato perché è una lettura rilassata, con intrighi tra clan di Draghi e un mondo originale che meriterebbero più attenzioni di quelle che ha ricevuto. Date una chance a questa saga.
Voto finale 7/10



Nessun commento:

Posta un commento