11 giu 2016

Le razze non-umane presenti nei "Giardini della Luna"

by YapAttack

Il mondo Malazan è vasto e complesso. 
Esistono diversi continenti e ognuno è caratterizzato da una propria geografia e storia. Per quanto riguarda il worldbuilding una delle più importanti creazioni dei due autori, Steven Erikson e Ian C. Esslemont è l'implementazione di nuove razze mai apparse prima in altri lavori fantasy. Partendo da archetipi stra-usati come Elfi e Orchi, hanno sviluppato qualcosa di originale e direi anche innovativo in certi casi. 
Ciò può portare il nuovo lettore a una facile confusione specialmente nel primo romanzo, perchè non sempre queste razze sono ben spiegate nel testo. L'articolo si propone di rispondere ad una delle domande che un lettore può porsi dopo aver iniziato "I Giardini della Luna": come sono fatte le razze che appaiono nel romanzo e quali sono le loro caratteristiche principali?

Le varie etnie umane non le considererò in questo articolo perchè meriterebbero un approfondimento a sè stante vista la quantità di ambienti e culture umane presenti nel mondo Malazan.

Tutte le informazioni seguenti possono essere scoperte andando avanti nella lettura della serie principale di Erikson. Pur essendoci spoiler, inevitabili per poter caratterizzare razze non approfondite nei "Giardini della Luna", mi limiterò a fornire una descrizione generica delle varie specie senza scendere in dettagli forniti dai romanzi successivi del ciclo. Alcune info presentate nell'articolo si sono rivelate sbagliate o incomplete nelle storie seguenti e la trilogia Kharkanas ha cambiato le carte in tavola su ciò che davamo per scontato per il mondo e la magia, ma sono cose che potrete scoprire da soli continuando la lettura della saga.




TISTE ANDII

Anomander Rake by paradanmellow

I Tiste Andii sono più alti degli esseri umani, hanno la pelle completamente nera e occhi in grado di cambiare colore a seconda del loro stato d'animo. Di solito hanno capelli lunghi di colore nero o argentato. Possono vedere senza problemi al buio e possono riprodursi anche con gli esseri umani. Vivono molti secoli e chi di loro fa un elevato uso della magia ha una durata della vita ulteriormente estesa, nell'ordine di migliaia di anni.

Sono di indole triste, quasi depressa e ciò li porta a non onorare i loro morti. Sono proni all'introspezione e a pensare prima di agire. Vivono in una cittadella volante chiamata Progenie della Luna e sono comandati da Anomander Rake. 

Sono abili maghi e possono attingere al Canale Antico chiamato Kurald Galain, l'equivalente del più moderno Canale Rashan accessibile agli umani. Alcuni Andii possono mutare forma e diventare Draghi, chiamati Eleint nel mondo Malazan.

La loro storia è lunga e complessa ed è raccontata nella trilogia Kharkanas. La mitologia vuole i Tiste Andii (portatori dell'Oscurità) contrapposti ai Tiste Liosan (araldi della Luce) e ai Tiste Edur (coloro che camminano nell'Ombra). La faida tra le tre razze ha generato cambiamenti epocali e conseguenze imprevedibili. All'inizio della saga principale di Erikson gli Andii sono alleati con le popolazioni libere del continente di Genabackis e sono tra i principali oppositori all'espansionismo dell'Impero Malazan.




T'LAN IMASS

by Seraph777

I T'lan Imass sono guerrieri non-morti e possono essere visualizzati come scheletri o corpi mummificati. Sono più bassi e tarchiati degli esseri umani. Di solito indossano pellicce di animali come unico indumento. Sono immortali e anche quando vengono fatti a pezzi e le loro ossa separate dal resto del corpo, continuano a vivere, pur senza potersi più muovere se sono stati danneggiati in modo massiccio. Non provano emozioni e di rado si fanno vedere dalle altre razze. 

Tutti i T'lan Imass sono collegati al Canale di Tellan da cui traggono il sostentamento per poter "vivere". Possono trasformarsi in polvere per superare barriere insormontabili come ghiacciai e deserti. Ci sono due caste nella loro società: i guerrieri e i maghi. I guerrieri si portano appresso armi di ogni tipo fabbricate in pietra e il più forte tra di loro è Onos T'oolan. I maghi sono chiamati Bonecaster e la più forte è Olar Ethil. Molti Bonecaster sono anche Soletaken, possono quindi trasformarsi in animali singoli, di solito il tipo di animale è lo stesso della pelliccia che indossano. I più forti membri della razza possono avere un effetto debilitante per gli altri Canali e i maghi di altre razze, pur non arrivando ai livelli anti-magici dell'Otataral. I Bonecaster sono il fulcro della loro società perchè i maghi fanno da tramite tra tutti i T'lan Imass permettendo alla specie di comunicare tra loro con la mente.

Sono organizzati in piccoli clan. Questi clan sono a loro volta riuniti in un unico, grande gruppo, diverso per ogni continente, composto da migliaia di T'lan Imass. Ad esempio i Logros T'lan Imass sono il gruppo nato sul continente di Quon Tali e comandato da Logros. I capi dei super-gruppi come Logros e Kron hanno un controllo assoluto sui Bonecaster che a loro volta controllano in maniera ferrea i restanti T'lan.
I T'lan Imass odiano il fallimento in tutto ciò che fanno e come devozione alle loro cause sono simili ai robot, in quanto nulla tranne venire disintegrati può distoglierli dai loro obbiettivi. Se un loro guerriero viene disintegrato in modo disonorevole viene lasciato a marcire in luoghi desolati, se invece cade in modo onorevole il suo teschio viene posto in un luogo piacevole dove può ammirare il paesaggio per l'eternità.

La loro storia è intimamente legata a quella dei Jaghut. A causa della schiavitù patita dagli Imass dai Tiranni Jaghut come Raest, decidono di unire tutte le tribù in una Guerra Eterna contro quella razza. I Jaghut sono però troppo forti per i mortali Imass, allora i Bonecaster invocano il Rituale di Tellann che li rende i non morti conosciuti in seguito come T'lan Imass.
Il loro obbiettivo è lo sterminio totale dei Jaghut.



JAGHUT

by YapAttack

I Jaghut sono, fisicamente, la versione Malazica degli orchi pensata dai due autori. Sono più alti e spessi degli umani e hanno zanne che fuoriescono dalla parte inferiore della bocca. Il colore della pelle è un verde spento tendente al grigio e i capelli sono di solito grigi. Hanno due cuori e forse anche altre diversità di organi rispetto agli umani. Sono praticamente immortali allo scorrere del tempo, ma possono morire tramite violenze o incidenti. Possono riprodursi con umani e Toblakai. Resistono senza problemi a qualsiasi tipo di freddo.

Caratterialmente tendono ad un sarcasmo "stretto": non sono giullari, ma prendono quasi tutto sul ridere e non seriamente. L'indifferenza regna sovrana sui Jaghut, non un'indifferenza cattiva come lasciar morire qualcuno davanti ai loro occhi senza aiutarlo, ma nemmeno vanno in giro stile Medici Senza Frontiere ad aiutare il prossimo.

Sono isolazionisti convinti, quasi anarchici, e anche tra di loro si cercano il meno possibile. Vivono in torri ed è quasi impossibile cacciare un Jaghut dalla propria torre se non vuole andarsene. Anche tra parenti non si sopportano molto e più lontano sono tra di loro, meglio è.

Sono forse i più potenti maghi del mondo Malazan e traggono il proprio potere dal Canale Antico chiamato Omtose Phellack. Il loro aspetto magico è il Ghiaccio, con cui possono fare piccole cose (come levitare) o intraprendere rituali devastanti per il mondo intero. Di solito non combattono usando la magia, al più si difendono. Se avessero usato la magia in modo offensivo e congiunto tra di loro è probabile che il mondo Malazan non esisterebbe più nel presente, tale è la loro maestria nelle arti arcane. Ci sono molti Jaghut di immensa potenza e tra i più famosi vale la pena di ricordare Raest e Gothos.

Sono i nemici storici dei T'lan Imass. Alcuni Jaghut in passato hanno schiavizzato la popolazione mortale degli Imass e questi si sono uniti nel Rituale di Tellann diventando non-morti e potendo così competere con i ben più forti Jaghut. La Guerra Eterna nel tempo presente è quasi giunta al termine perchè i Jaghut sono praticamente estinti. Nella guerra di solito erano i T'lan Imass ad attaccare e i Jaghut si difendevano creando ghiacciai insuperabili per creature mortali. E' bene notare come in generale i Jaghut siano un popolo pacifista e questa visione del mondo deriva dalla loro indifferenza. Solo un piccolo numero ha iniziato a Tiranneggiare sugli Imass, causando la rovina di tutte e due le razze.




MORANTH
 
Soldato Moranth by YapAttack

I Quorl, le cavalcature volanti dei Moranth by Tattersail

I Moranth sono una delle razze più misteriose del mondo Malazan. Vivono nella Foresta delle Nuvole sul continente di Genabackis in una società altamente regimentata. Sono discendenti degli Imass e dei Toblakai, ma è possibile che si siano uniti anche ai Tiste Edur. I soldati sono ricoperti da un'armatura chitinosa che copre l'intero corpo, lasciando solo un piccolo spazio vuoto per gli occhi. L'armatura è molto aderente, forse addirittura cucita sul corpo e per questo motivo è difficile distinguere il loro sesso. Tra di loro parlano in un linguaggio più simile a quello degli insetti che ad altre creature umanoidi

Sono strutturati in gilde, chiamati anche clan:

Moranth Neri ---> Fanteria principale.
Moranth Blu ---> Commercianti e marinai.
Moranth Dorati ---> Fanteria d'elite.
Moranth Verdi ---> Corrieri e trasportatori.
Moranth Rossi ---> Diplomatici.
Moranth Argentati ---> Mistici e si crede siano i creatori delle munizioni.

La loro società è molto chiusa e diffidente verso gli stranieri, per questo motivo si sa poco di loro. Hanno una vecchia rivalità con la città di Pale ed è uno dei motivi per cui si alleano con l'Impero Malazan. L'alleanza cambierà il modo di combattere dell'Impero, introducendo le munizioni Moranth nell'arsenale imperiale. Simili alle nostre bombe a mano, sono un'aggiunta anche più importante della magia, perchè qualsiasi soldato (se ne ha il coraggio) può maneggiarle. Esistono diversi tipi di munizioni e di solito sono i Sapper/Zappatori che ne fanno uso nei ranghi dell'esercito Malazan. Altra importante novità tattica messa a disposizione dai Moranth sono i Quorl, cavalcature volanti simili a grosse libellule con cui trasportare beni e soldati in incursioni oltre le linee nemiche. Whiskeyjack è uno dei pochi umani tenuti in alta considerazione dai Moranth.



BARGHAST

by YapAttack

I Barghast sono una tribù con usanze primitive dedita alla guerra. Discendono da Imass e Toblakai. Sono molto simili in apparenza agli umani. La più importante tribù dei Barghast è chiamata White Face (Visi Bianchi). Spesso per risolvere le diatribe ricorrono a combattimenti tra di loro che finiscono con morti e feriti. Le donne sono trattate come oggetti e solo poche di loro sono riuscite ad avanzare fino ad arrivare ad un posto predominante nella società. Sono ricoperti da tatuaggi con la storia del loro clan e indossano amuleti per proteggerli dalla magia e dagli spiriti. Quando vanno in battaglia si dipingono la faccia di bianco, da qui il nome della tribù.

Sono nemici dell'Impero Malazan, ma potrebbero combattere contro chiunque vista la loro natura belligerante. Tra i più importanti Barghast abbiamo Trotts, membro degli Arsori di Ponti.

Nella loro società sono presenti sciamani, ma la magia non viene impiegata in combattimento, se non per attività passive come divinazioni.



ELEINT
 
by Michael Kormack

Gli Eleint sono i draghi purosangue del mondo Malazan. Tra i pochi Eleint in circolazione uno dei più importanti è Silanah, alleata di Anomander Rake. Possono comunicare con le altre razze tramite telepatia. Hanno colorazioni di vario tipo, ad esempio SIlanah ha la livrea rossa.

Sono uno dei più grandi misteri presentati dai due autori e per questo motivo non dirò di più su di loro. Scoprirete altre informazioni andando avanti nella lettura.

4 commenti:

  1. gli imass avevano già quasi distrutti gli jaghut prima di fare il rituale per diventare t'lan imass l'aveva fatto per non dimenticare i loro antichi schiavisti e proprio per questo hanno creato lo figura ( inutile ) di silverfox
    poi gli umani barghast moranth sono discendenti degli imass

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, il rituale viene fatto per assicurare il totale sterminio degli Jaghut, in quanto molti si erano ritirati in "fortezze" di ghiaccio rendendo impossibile l'impresa per dei mortali.

      Elimina
  2. Probabilmente non vengono nominati nei Giardini della Luna (non ricordo) ma per completezza andrebbero inseriti i Forkrul e i k'chain.

    RispondiElimina
  3. Excellent site you have here but I was curious about if you knew of any user discussion forums that cover the same topics talked about in this article? I'd really love to be a part of group where I can get feedback from other experienced individuals that share the same interest. If you have any suggestions, please let me know. Bless you! paypal login my account

    RispondiElimina